Per richiedere un’analisi grafologica occorre:

Fornire un campione di scrittura di recente stilatura, in originale (almeno 10/15 righe), eseguita su foglio di carta non rigata e/o quadrettata, scritto spontaneamente (nè sotto dettatura nè copiatura), completo di firma. Il contenuto non ha alcun significato per il grafologo. Non è consentito l’uso del pennarello (che sfalsa la pressione) o della matita, è tollerata la biro.

Per un’analisi più approfondita è necessaria una campionatura il più possibile articolata (appunti, lettere), possibilmente contenente scritture antecedenti, scaglionate nel tempo (a cominciare, se possibile, da quelle dell’adolescenza).

Fornire i seguenti dati:

  • Sesso
  • Età
  • Livello culturale (indipendente dal titolo di studio)
  • Titolo di studio
  • Professione
  • Malattie organiche e psichiche accertate, anche di lieve importanza, che possono alterare il gesto grafico.